Log in
Martedì, 24 Aprile 2012 15:55

Ad Ariccia il trio Napolincanto in concerto per l'A.V.S.I.

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabato 28 aprile Ariccia ospiterà un esclusivo esempio di musica napoletana, immergendosi nella suggestiva e coinvolgente atmosfera partenopea.  L’Auditorium del Liceo Joyce accoglierà il trio Napolincanto, che dalle 18.30 intratterrà il pubblico con un vasto repertorio di canzoni napoletane dal ‘500 ad oggi. L’ingresso allo spettacolo, realizzato con il patrocinio del Comune di Ariccia, non prevede il pagamento di un ticket ma la donazione di un’offerta libera, il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione Volontari per il Servizio Internazionale.

Il trio, fondato nel 1997 dal cantante e chitarrista Gianni Aversano, si avvale della grande competenza e maestria del chitarrista Domenico De Luca e del mandolinista Michele De Martino.  Il noto terzetto vanta una lunga serie di partecipazioni e concerti, tra i quali l’esibizione al “Carl Orff Gala from Berlin” e la realizzazione di un concerto privato per l’allora cardinale Joseph Ratzinger. Con il merito di aver esaltato la bellezza e il fascino della canzone napoletana, il trio è stato anche insignito del premio Histonium per l’impegno artistico e culturale, suscitando l’interesse dell’intero universo mediatico.

Ad attrarre il terzetto nell’incantevole territorio ariccino è l’adempimento di una causa umanitaria, da anni sostenuta dall’A.V.S.I. e condivisa dai Napolincanto nell’ambito del concerto “Napule: spade, ammore, resate e devuzione”. L’Associazione Volontari per il Servizio Internazionale, dal 1972 attiva sul panorama mondiale, ha come obiettivo la tutela della dignità della persona attraverso attività di cooperazione allo sviluppo, particolarmente mirate all’ambito educativo. Nel corso degli anni l’associazione ha riscosso risultati sorprendenti, favorendo il miglioramento urbano, sanitario e lavorativo dei Paesi in via di sviluppo, garantendo il rispetto dei diritti umani e l’affermazione di realtà umanitarie volte a difendere l’integrità individuale.

Partecipando all'evento avremo, quindi, l'opportunità di assistere ad un folkloristico concerto di canzoni napoletane, lasciandoci intrattenere dai romantici e caratteristici testi partenopei accompagnati dalle tradizionali note del mandolino. Ma potremo soprattutto contribuire ad una nobile causa umanitaria, combinando l'intrattenimento della buona musica ad un sincero gesto di solidarietà.

Letto 1233 volte Ultima modifica il Venerdì, 07 Novembre 2014 17:25

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.