Log in
Lunedì, 25 Ottobre 2010 11:51

Mostra fotografica “Verso Sud” di Marco Scataglini

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Biblioteca Comunale di Grottaferrata di viale Dusmet ospita fino al prossimo 22 Novembre, la suggestiva e prestigiosa mostra fotografica dal nome “Verso Sud” ideata ed allestita da Marco Scataglini.
 Il tema di questa mostra è il Lazio meridionale, cioè le due province di Frosinone e di Latina e la porzione meridionale della provincia di Roma (Castelli Romani): un'area ricchissima di paesi, borghi e monumenti di grande interesse, di tradizioni e storia, di una natura che è ancora di grandissima rilevanza...

La mostra è composta da 46 foto complessive, suddivise in due sezioni:
Lungo l’antico confine – Si tratta di immagini che vanno ad esplorare quello che era il confine tra lo Stato Pontificio e il Regno delle Due Sicilie, caduto esattamente 150 anni fa, nel 1860: l’anno dopo venne dichiarato il Regno d’Italia. Il tema è dunque di stretta attualità. Oltre a paesi, paesaggi, natura, ci sono diverse immagini dei cippi confinari (termini) - in origine 686, da Terracina sino alla Foce del Tronto, sull’Adriatico - che tale confine segnalavano e che dunque rappresentano un’emozionante testimonianza di questa fondamentale parte della nostra storia nazionale. Il confine attraversa territori oggi in buona parte compresi in aree protette: monti Ausoni, lago di San Giovanni Incarico, monti Ernici e Simbruini.
Terra di Saturno – E’ la sezione in cui sono inseriti alcuni luoghi (non sempre tra i più noti) che ben rappresentano la bellezza di questa terra e la felice commistione tra storia e natura, ed il fascino che da questa unione scaturisce.
Ognuna delle due sezioni è introdotta da una tabella esplicativa, anche con l’ausilio di cartine appositamente disegnate.
 
Come ha spiegato lo stesso Marco Scataglini, il Lazio meridionale è un territorio carico di misteri e suggestioni, a cominciare dal mito di Saturno, che proprio qui ha lasciato il maggior numero di “testimonianze”. E' per questo che molti definiscono il Lazio meridionale Saturnia tellus, “Terra di Saturno”, come fece Virgilio nel libro IX dell'Eneide, sebbene il regno di Saturno fosse assai più esteso, fino forse a comprendere l'intera penisola italiana. Ma in nessun altro luogo, come tra il Tevere ed il Garigliano, è possibile trovare una rete così fitta di leggende e miti, che si accavallano e si intrecciano con i segni, interpretabili dagli studiosi con gli strumenti della cultura, ma che forniscono anche spunti alla fantasia, lasciati dalle antiche popolazioni.
 “La lettura visiva di un territorio come il Lazio meridionale – ha affermato il fotografo Marco Scataglini - può essere affrontata in diversi modi: ciò che a me interessa (e che caratterizza tutta la mia produzione creativa), è dare un’idea di atemporalità, trascinare lo spettatore della mostra all’interno di una iconografia che pur contemporanea appaia però “antica”, quasi le stampe fossero state appena scoperte dall’erede di qualche appassionato e colto viaggiatore degli inizi del ‘900 nel polveroso archivio fotografico dell’avo, dimenticato per decenni nei recessi di una buia cantina.
Attraverso l’uso di immagini in bianco e nero e monocromatiche – ha proseguito -, la sovrapposizione di textures antiche o antichizzate (si tratta di vecchi fogli di carta ingiallita, o virati con coloranti naturali come il caffè) e il ricorso a fotocamere stenopeiche, obiettivi autocostruiti e toy cameras come le Holga (fotocamera medioformato di fabbricazione cinese totalmente in plastica…lente dell’obiettivo compresa!), ho realizzato immagini che hanno una chiara connotazione “vintage”, sebbene il più delle volte siano state poi rielaborate in digitale.

 
Blog autore: http://marcoscataglini.blogspot.com/

Letto 1245 volte Ultima modifica il Lunedì, 10 Novembre 2014 11:31

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.