Log in
Martedì, 11 Settembre 2012 10:48

Fiori di Loto : iniziata la bonifica nel Lago di Nemi

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

E' iniziata la bonifica dei Castelli Romani ed i guardiaparco hanno avviato nei giorni scorsi la pulizia del Lago di Nemi per la rimozione dei fiori di loto, una pianta sebbene che ha la capacità di infestare le zone in cui attecchisce mettendone in pericolo l'ecosistema e la biodiversità. La pianta dei Fiori di Loto, proveniente dall'Asia, anche se molto bella esteticamente rappresenta una vera e propria calamità per lo specchio lacustre che divide Genzano da Nemi. Al fine di scongiurare il pericolo per gli animali e tutti i microrganismi che vivono nel lago, in cui si narra si specchiasse la dea Diana, i guardiaparco hanno dato il via ad un ciclo che prevede lo sfalcio dei Fiori di Loto fino alla completa rimozione della specie dalla zona....

L'obbiettivo è quello di salvaguardare le biodiversità e con l'operazione “Fiore di Loto” si potrà ristabilire il corretto equilibrio degli ecosistemi acquatici del lago. Quest'operazione si avvale della collaborazione dell'Istituto Nazionale per Studi ed Esperienze di Architettura Navale di Nemi che ha messo a disposizione delle guardie del Parco l'approdo. Ad occuparsi dello smaltimento dei fiori di Loto rimossi sarà invece lo stesso comune di Nemi.

Il Lago di Nemi quest'anno è stato premiato dalla Goletta Verde di Legambiente con 3 vele, riconoscimento dell' ottimo stato delle sue acque, è una risorsa fondamentale del territorio dei Castelli Romani e le iniziative di bonifica da parte dei guardiaparco sono necessarie proprio per mantenerne lo stato ottimale per tutelare e valorizzare il ricco patrimonio naturale che il Parco dei Castelli vanta.

Letto 1092 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 Novembre 2014 11:39

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.