Log in
Giovedì, 27 Settembre 2012 10:46

Torneo Join the game di Praga

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’Albalonga Darco Sport strega il torneo Join the game di Praga. Prosegue l’appuntamento di Guida Castelli Romani con l’Albalonga Darco Sport, associazione sportiva dilettantistica di Hockey in carrozzina. La squadra allenata da Fabrizio Izzo, intervistato in occasione della Quarta Coppa Darco, ha recentemente preso parte al torneo Join the game di Praga, ottenendo la meritata classificazione sul podio.

Durante la prima settimana di agosto la squadra ha affrontato team europei in avvincenti competizioni, facendo mostra di una crescita e un’abilità sportiva degna del risultato ottenuto. Al torneo hanno preso parte dieci squadre internazionali, suddivise in due gironi per permettere la realizzazione di due match in simultanea.

Alla formazione ufficiale delle “Craziest Cows” si sono aggiunti il capitano napoletano Giovanni Camponesco e Umberto Marotta, ceduto in prestito agli All Blacks Genoa, mentre Roberto Fenorasi è corso in aiuto dei Rangers Bologna per questioni di inferiorità numerica.  Difficile la trasferta in mancanza del vice allenatore e co-fondatore della squadra Antonello Ferrante e del giocatore Jacopo De Rogatis, ai quali la squadra ha dedicato il trofeo conquistato, ma  ancor più sentita è stata l’assenza di Marco Ferrante, emblema della squadra venuto a mancare lo scorso maggio.

Giovedì 2 agosto, dopo un’amichevole con i Tiger di Bolzano e un problema tecnico alla carrozzina del giocatore Camponesco,  le “Mucche pazze” dell’Albalonga Darco Sport hanno incontrato gli Hurrican Bocum, primi avversari del torneo internazionale. Uno scontro non animato dalla caratteristica determinazione della Darco Sport, conclusosi con un 4 a 1. Nonostante la sconfitta subita la squadra, motivata dall’incoraggiamento del mister, ha affrontato i restanti avversari del girone collezionando vittorie indiscusse. “Un torneo emozionante a ritmi elevati, combattuto tra la stanchezza e il confronto reale” – come dichiara l’allenatore – “un punto di partenza importante per raggiungere maggiore crescita e maturità di squadra”. La sfida più ardua è avvenuta sabato 4 agosto  contro i tedeschi Torpedo Landerburg, vincitori del torneo,  nonostante quello che Rezza ha definito un  «arrembante assedio dell’Albalonga». Dopo uno scontro memorabile tra l’attaccante tedesco Hemmering e il capocannoniere della serie A1 Michele Fierravanti, attuale Commissario Tecnico della Nazionale di Hockey in carrozzina, i tempi regolamentari si sono conclusi con un 6 a 6. I calci di rigore hanno decretato la vittoria dei Torpedo, nonostante la magistrale prestazione della Darco Sport. Nella finale per il 3° e 4° posto le “Mucche pazze” hanno travolto gli Hurrican Bocum, conquistando il podio grazie alle reti di Montevecchi e Fierravanti, vincitore del titolo di capocannoniere del torneo. A prendere parte alle premiazioni anche Celine Pernechele, moglie del giocatore Marotta, con la qualifica di migliore arbitro della competizione.

Una vittoria interamente dedicata a Marco Ferrante, co-fondatore dell’Albalonga Darco Sport che con decisione aveva rivendicato la partecipazione della squadra al torneo. In onore dell’ex portiere i ragazzi, impegnati nella prima trasferta dopo la sua scomparsa, hanno dipinto un mattoncino con i colori del team e liberato una lanterna cinese nel cielo di Praga, simbolo del giocatore che aveva reso il progetto  Darco Sport una squadra vincente e affiatata. Al numero 18 sarà dedicato il prossimo campionato delle “Craziest Cows”, intenzionate ad ottenere il meritato scudetto, incoraggiate dal coach Fabrizio Izzo, fiducioso nelle possibilità dei ragazzi e soddisfatto dei risultati ottenuti. “Ho visto una grande crescita, un altro stile. I ragazzi sono più seri, più motivati. Ormai non si tratta più di disabili che giocano a hockey ma di atleti, sportivi impegnati in una disciplina. Hanno maturato una nuova responsabilità a livello caratteriale e organizzativo, migliorando l’approccio con il gruppo e con il gioco.” Numerosi gli impegni sportivi programmati per la stagione e grandi le aspettative della squadra, forte della classificazione ottenuta e dell’intesa ritrovata,  in vista del nuovo campionato. Tuttavia più incoraggiante delle vittorie conquistate è la nuova consapevolezza di poter fare affidamento su uno staff efficiente, in un ambiente tanto onesto e formativo da  lasciar intendere: “La mia squadra è differente”.

Formazione: 4. Simone Gaito; 5. Roberto Fenorasi; 7. Luca Montevecchi; 9. Jacopo De Rogatis; 10. Michele Fierravanti; 12. Lorenzo Rezza; 13. Gianluca Cantalini; 14. Ilaria Di Ruzza; 15. Matteo Sabatino; 16. Luana De Negri; 18. Marco Ferrante; 69. Antonello Ferrante

Letto 1464 volte Ultima modifica il Mercoledì, 05 Novembre 2014 16:40

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.